La magia della musica supera ogni barriera

La magia della musica supera ogni barriera e ostacolo, offrendo un’occasione di comunione sincera di affetto e solidarietà.

A rendere possibile questo incanto, il concerto promosso dalla Fondazione Pia Pozzoli – Dopo di Noi domenica pomeriggio nella basilica di Sant’Antonino a Piacenza, in occasione della Giornata internazionale delle persone disabili.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Piacenza, ha visto le esibizioni della Sunday Orchestra e del coro polifonico Farnesiano, con brani musicali intervallati a letture e testimonianze.

“Questa ricorrenza è stata introdotta nel 1992 dall’Onu – ricorda la presidente della Fondazione Pia Pozzoli Vittoria Albonetti -, da allora è divenuto un appuntamento di grande rilevanza sociale che si rivolge a un pubblico ampio e variegato: non solo le persone con disabilità, ma anche i familiari, gli operatori, le realtà che operano nel sociale”.

“Il tema dell’edizione 2019, scelto dall’Onu, è l’empowerment delle persone con disabilità, e il garantirne l’inclusione e l’uguaglianza. Il che significa per la persona disabile la crescita della consapevolezza di sè e del controllo delle proprie scelte”.

Presente anche l’assessore ai Servizi Sociali del Comune Federica Sgorbati: “Non mi sarei persa questa giornata per nulla al mondo – le sue parole -. Momenti come questo devono portarci a pensare alla disabilità per tutto l’anno, non solo in occasione di questa ricorrenza”.

“Durante il mio assessorato ho visto che Piacenza dal punto di vista del volontariato ha un cuore enorme, da amministratore dico che dobbiamo tutti dedicare a questo tema più attenzione e sensibilità”.

Brunello Buonocore, responsabile disabilità Asp Città di Piacenza, ha invece voluto ricordare la figura di Fabio Bomprezzi, giornalista e scrittore, disabile dalla nascita.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.